CIPÌ è un progetto selezionato da “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Sportello di ascolto e sostegno per genitori

Identificare precocemente situazioni di fragilità genitoriale o altre forme di malessere e intervenire preventivamente.

Ogni scuola dell’infanzia partner del progetto avrà la possibilità di usufruire della presenza settimanale presso la scuola di un’educatrice o psicologa, con esperienza specifica in ambito 0-6 anni, affinché le insegnanti, i genitori o altre figure adulte di riferimento dei bambini possano avere la possibilità di confrontarsi su elementi di difficoltà che emergano in ambito comportamentale o relazionale.

L’obiettivo è quello di identificare precocemente situazioni di fragilità genitoriale o altre forme di malessere e intervenire preventivamente. Lo sportello sarà collocato nelle scuole sia per facilitare l’accesso da un punto di vista logistico sia per non connotarlo come servizio istituzionale (servizi sociali o sanitari), ma come un’opportunità aggiuntiva offerta dalla scuola.


Lo Sportello è totalmente gratuito ed è attivo, nelle scuole che aderiscono al progetto Cipì, in orario di entrata (8.00-10.00) e uscita (16.00-18.00) in modo da agevolara l’accesso ai genitori.

Per accedere allo Sportello ci si iscrive su un apposito modulo che di solito viene esposto nelle bacheche preposte della scuola o della sezione. Ci si può segnare usando il proprio nome, iniziali, solo scrivendo “genitore sezione rossa”, ad esempio, o barrando la casella nell’orario prescelto. Le conversazioni con la psicologa o l’educatrice professionale che tengono lo sportello possono durare fino a 40 minuti.

Le domande che possono essere fatte sono le più varie: da “Come posso aiutare il mio bambino a gestire il nostro prossimo trasloco?” a “Come posso convincere la mia bambina a mangiare le verdure?” a “Che attività posso svolgere con mio figlio nel tempo libero?” oppure “Sono preoccupata che mia figlia faccia fatica ad imparare: a chi posso rivolgermi?”.

Allo Sportello si può parlare di lievi inquietudini lievi o di situaizoni che destano maggiore preoccupazione. è il genitore a decidere e a iscriversi liberamente. Può avvenire che sia la maestra a consigliare al genitore una chiacchierata allo Sportello, ma l’idea è che questa sia una risorsa liberamente a disposizione delle famiglie.

La funzione dello Sportello è far si che il genitore non si senta solo ad affrontare le difficoltà quotidiane, piccole e grandi, dell’essere genitori, e che le maestre abbiano un appoggio nell’attività di sostegno alle famiglie. Si lavora insieme, famiglie, scuola e personale dello Sportello, per il bene dei bambini che sono sempre al centro di ogni riflessione e intervento.

Dove e quando

Presso le scuole dell’infanzia degli Istituti Comprensivi partner del progetto.

Informazioni e iscrizioni

Chiamare il 345 – 1579396 dalle lunedì al mercoledì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 oppure scrivere a vittoria.burton@consorziocopernico.org.